In questa sezione sono disponibili i documenti previsti dalla disciplina sulla “Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti” riferiti ai prodotti e servizi offerti da “Cosvim – Consorzio Sviluppo Impresa”. I documenti possono essere consultati, salvati e stampati. Sono altresì presenti le informazioni utili all’inoltro di reclami al “Cosvim – Consorzio Sviluppo Impresa” ovvero al ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Le materie della trasparenza, dei reclami dei ricorsi e della privacy sono disciplinate da norme di legge e da disposizioni regolamentari e di vigilanza, al cui contenuto si rinvia.

TRASPARENZA

 

PRIVACY

STATUTO

RECLAMI

I reclami possono essere inoltrati per iscritto ai seguenti recapiti:

Indirizzo: Cosvim – Consorzio Sviluppo Impresa
Ufficio “Risk Management & Compliance Ufficio legale”
Via Lungomare Gramsci Nord ,1 – 63822 Porto San Giorgio (FM)
Indirizzo e-mail: collina@cosvim.eu
Indirizzo PEC: cosvim@legalmail.it Fax 0734/672952

 

RICORSI ABF

L’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione delle liti tra i clienti e le banche e gli altri intermediari che riguardano operazioni e servizi bancari e finanziari. È detto “stragiudiziale” perché offre un’alternativa più semplice, rapida ed economica rispetto al ricorso al giudice, che spesso invece comporta procedure complesse e anche molto lunghe.
L’ABF è un organismo indipendente e imparziale che decide in pochi mesi chi ha ragione e chi ha torto. È un sistema nuovo da non confondere con la conciliazione o con l’arbitrato. Le decisioni non sono vincolanti come quelle del giudice ma se l’intermediario non le rispetta il suo inadempimento è reso pubblico. Il cliente può rivolgersi all’Arbitro solo dopo aver tentato di risolvere il problema direttamente con il Cosvim Confidi, presentando a esso un reclamo. Se non rimane soddisfatto neanche delle decisioni dell’Arbitro, può comunque rivolgersi al giudizio Arbitrale.
La Banca d’Italia fornisce i mezzi per il funzionamento dell’ABF.
Per maggiori informazioni visita il sito dell’ABF: www.arbitrobancariofinanziario.it

 

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE – SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, VANTAGGI ECONOMICI

Cosvim – Consorzio Sviluppo Impresa , in qualità di gestore di misure agevolative a valere su risorse pubbliche, rientra nell’ambito soggettivo di applicazione del D. Lgs. n. 33/2013 ai sensi dell’art. 2-bis, comma 3, in quanto “ente di diritto privato […] che svolge attività di interesse pubblico”, così come previsto della Delibera ANAC n. 1134. Pertanto è obbligato a pubblicare tramite il proprio sito istituzionale le informazioni ed i dati concernenti l’organizzazione e le attività svolte a valere sulle risorse pubbliche, consentendone l’accesso a chiunque senza necessità di autenticazione ed identificazione.

L’obbligo di pubblicazione fa riferimento ai sensi dell’art. 26, comma 2 del D.Lgs. n. 33/2013 a tutti gli “atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese e comunque di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati, di importo superiore a mille euro”.

Per ciascun atto, all’interno delle tabelle saranno presenti: − denominazione del soggetto beneficiario; − codice fiscale del beneficiario; − importo del vantaggio economico corrisposto; − ufficio/responsabile del relativo procedimento amministrativo cui è attribuita la responsabilità dell’istruttoria o della concessione della sovvenzioni / contributi / sussidi / vantaggi economici; − modalità seguita per l’individuazione del beneficiario; − link al progetto selezionato.

La seguente pagina è articolata in sezioni, ognuna delle quali fa riferimento ad una specifica forma di aiuto pubblico individuata tramite il soggetto che ha erogato i fondi a Cosvim – Consorzio Sviluppo Impresa e la legge di riferimento.

 

 

SEZIONE 1 – FONDI LEGGE DI STABILITA’ 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 cd. “Legge di stabilità 2014)

Il Ministero dello Sviluppo Economico, nel perseguimento delle finalità di cui all’articolo 1, comma 54, della Legge di stabilità 2014, con il più generale obiettivo di sostenere l’accesso al credito delle PMI, finanzia la costituzione, presso i confidi, di un apposito e distinto fondo rischi, che i medesimi confidi utilizzano per concedere nuove garanzie alle PMI associate.

I soggetti di seguito indicati risultano essere beneficiari di garanzie deliberate con la copertura del predetto fondo rischi. L’individuazione dei beneficiari, le modalità di intervento e la gestione delle richieste avviene nel rispetto dei criteri e delle modalità previste dal Decreto 3 gennaio 2017 del Ministero dello Sviluppo Economico (e successive modifiche).

RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA:

Sviluppo Economico – misure per il rafforzamento confidi:

Accedi nel sito del MISE

SCHEDA PRODOTTO

Apri la “Scheda prodotto”

DETTAGLIO BENEFICIARI

Scheda dettagli Benefiari al 20_02_2020

UNITA’ ORGANIZZATIVA DEDICATA AL PRODOTTO

Ufficio competente: Servizio Garanzie – mail: cosvim@cosvim.eu – tel.0734/674573

Responsabile del procedimento amministrativo: Dott. Massimo Tombesi

 

 

 

SEZIONE 2 – FONDI LEGGE ANTIUSURA (ai sensi dell’art. 15, comma 3, della Legge 7 marzo 1996, n. 108)

L’art. 15 della legge 7 marzo 1996, n. 108 (disposizioni in materia di usura) istituisce

il Fondo di prevenzione per il fenomeno dell’usura,

finanziato da entrate statali, la cui disponibilità viene ripartita annualmente dal Ministero dell’economia e delle finanze, su domanda, a favore di confidi, associazioni e fondazioni, che abbiano i requisiti richiesti per legge e dimostrino di attuare una gestione efficiente ed efficace delle risorse pubbliche destinate a garantire soggetti a rischio usura.

 

I soggetti di seguito indicati risultano essere beneficiari di garanzie deliberate con la copertura dei predetti fondi e nel rispetto delle disposizioni impartite dal Ministero in termini di beneficiari, criteri di utilizzo e gestione.

RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA:

Accedi al link del Dipartimento del Tesoro sezione Antiusura

UNITA’ ORGANIZZATIVA DEDICATA AL PRODOTTO:

Ufficio competente: Servizio Garanzie – mail: cosvim@cosvim.eu – tel.0734674573

Responsabile del procedimento amministrativo: Dott. Massimo Tombesi

 

 

 

SEZIONE 3 – POR FESR 2014-2020 REGIONE MARCHE (L. 147/2013 – D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33)

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) è uno dei Fondi strutturati europei e ha lo scopo di contribuire al potenziamento della coesione economica e sociale. L’obiettivo del Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020 e quello di sostenere il miglioramento dell’accesso al credito per le imprese, attraverso il potenziamento del sistema delle garanzie pubbliche per l’espansione del credito in sinergia tra sistema nazionale e sistemi regionali di garanzia.

 

I soggetti di seguito indicati risultano essere beneficiari di garanzie deliberate con la copertura del predetto fondo rischi. L’individuazione dei beneficiari, le modalità di intervento e la gestione delle richieste avviene nel rispetto dei criteri e delle modalità previste L. 147/2013 – D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33 (e successive modifiche).

RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA:

Fondo POR FESR 2014-2020 Regione Marche. Asse 3 (Promuovere La Competitività Delle Piccole E Medie Imprese – Intervento 10.1.1 “Sostegno Ai Processi Di Fusione Dei Confidi”) Asse 8 (Prevenzione Sismica E Idrogeologica, Miglioramento Dell’efficienza Energetica E Sostegno Alla Ripresa Socio-Economica Delle Aree Colpite Dal Sisma – Intervento 24.1.1 “Sostegno Ai Processi Di Fusione Dei Confidi – Aree Sisma”)

SCHEDA PRODOTTO

Apri la “Scheda prodotto”

UNITA’ ORGANIZZATIVA DEDICATA AL PRODOTTO

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO – REGIONE MARCHE

Giovanna Tombolini – giovanna.tombolini@regione.marche.it

Tel.071-8063624

REFERENTI COSVIM CONFIDI
Massimo Tombesi – tombesi@cosvim.eu

Alessandro Schiavoni – schiavoni@cosvim.eu

Tel.0734-674573

 

Hai bisogno di una consulenza per la tua azienda?

Contattaci per fissare un appuntamento