REGIONE MARCHE: CONTRIBUTI PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ARTIGIANE


SOGGETTI BENEFICIARI


I soggetti beneficiari dei contributi sono le imprese artigiane, singole o associate. Per imprese artigiane si intendono: imprese individuali, società in nome collettivo, società in accomandita semplice, società a responsabilità limita, cooperative iscritte all’albo delle imprese artigiane di cui all’art. 28 della L.R. 20/2003. Alla data di presentazione della domanda le imprese artigiane devono risultare attive e con sede operativa nel territorio della Regione Marche ed essere iscritti ad un albo imprese artigiane della Regione. Per imprese associate si intendono: i consorzi costituiti ai sensi dell’art. 6 della Legge 443/85 le Associazioni temporanee di Impresa (ATI) e reti di impresa costituite tra imprese costituite ai sensi della legislazione vigente.

Le imprese che partecipano a progetti in ATI, reti d’imprese e consorzi non possono presentare domanda anche come singola impresa


PROGETTI AMMISSIBILI

I progetti che potranno essere ammessi a contributo devono riguardare la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico tramite l’acquisto di software, hardware o servizi di consulenza specialistica che consentano:

a. il miglioramento dell’efficienza aziendale;

b. lo sviluppo di soluzioni di e-Commerce;

c. la connettività a banda larga e ultralarga;

d. il collegamento Internet con tecnologia satellitare, con acquisto di decoder e parabole nelle aree in condizioni geomorfologiche che non consentono l’accesso a reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;

e. web marketing;

f. Implementazione di CRM aziendali;

g. Digitalizzazione dei processi;

h. Realtà aumentata;

i. Raccolta e/o valorizzazione di dati e informazioni e loro protezione;

j. Automazione robotica (sensoristica implementazione e configurazione di schede arduino/rapsberry e similari).

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo:

• le spese per spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali;

• le spese per l’acquisto di hardware, software specifici per la gestione aziendale;

• le spese riferite alle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di ecommerce;

• le spese purché strettamente correlate agli ambiti di attività di cui alle lettere a), b) e) con esclusivo riferimento ai costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa in opera, collaudo e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga;

• le spese relative all’acquisto e all’attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

Non sono ammissibili a contributo le spese riferite all’I.V.A., tasse e oneri accessori, salvo nel caso in cui risultino non deducibili e/o recuperabili per il beneficiario finale. Non sono ammissibili a contributo le spese per i lavori eseguiti in economia. Non sono ammesse spese per materiale di consumo.

 

CONTRIBUTO

Alle imprese può essere riconosciuto un contributo di importo non superiore a 10.000,00 euro per ciascun soggetto beneficiario e nel limite delle risorse finanziarie disponibili. I contributi sono concessi nella misura massima del 60% del totale delle spese ammissibili.

I termini di validità della spesa decorrono dal 01.07.2019.


SCADENZA

Le domande dovranno essere presentate entro il 31 luglio 2020.


Hai bisogno di una consulenza per la tua azienda?

Contattaci per fissare un appuntamento