REGIONE MARCHE: CONTRIBUTI PER LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE ARTIGIANE


SOGGETTI BENEFICIARI


Le imprese artigiane, singole o associate iscritte all’albo delle imprese artigiane di cui all’art. 28 della L.R. 20/2003 nel periodo dall’01/01/2019 e fino alla data di presentazione della domanda. Alla data di presentazione della domanda le imprese artigiane devono risultare attive e con sede operativa nel territorio della Regione Marche ed essere iscritti ad un albo imprese artigiane della Regione. I requisiti sopra menzionati devono sussistere al momento della presentazione della domanda, pena la non ammissibilità dell’impresa richiedente.


PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali ed immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

a) spese per macchinari e relativi impianti, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica

b) stampanti 3D e plotter da taglio scanner laser

c) e per strutture non in muratura e rimovibili necessari all’attività;

d) spese per opere edili/murarie e impiantistica;

e) spese di progettazione, direzione lavori connesse alle opere edili/murarie;

f) spese notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa (escluse tasse, imposte, diritti e bolli);

g) spese per l’acquisto di mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;

h) spese per consulenze specialistiche finalizzate all’accompagnamento del beneficiario nella fase di realizzazione del progetto imprenditoriale ammesso a finanziamento nelle aree marketing, logistica, produzione, personale, organizzazione e sistemi informativi, economico-finanziaria, contrattualistica; spese di consulenza relative all’installazione e funzionamento dei macchinari di cui ai punti a e b;

i) spese per programmi informatici acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti all’attività dell’impresa e spese per la realizzazione del sito d’impresa, esclusi i costi dei successivi interventi di restyling;

 j) spese per la registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze

k) spese per la realizzazione di materiale promozionale limitatamente ai seguenti casi: brochure, depliants, biglietti da visita, cataloghi reali e virtuali, gadget e spese di pubblicità limitatamente ai seguenti casi: messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google AdWords o similari (costi di pubblicazione inclusi);

l) spese per l’acquisizione di servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l’imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività per un costo massimo di €.2.000,00;

m) spese di locazione per spazi condivisi (coworking) solo per progetti presentati da new maker.

Con riferimento alle spese ammissibili si applicano i seguenti limiti e condizioni:

a) comprendono anche le spese relative al trasporto ed installazione. Sono escluse le spese per smartphone, telefoni cellulari tablet.

b) sono ammesse spese per impianti elettrici, antiintrusione, idrico sanitari, di riscaldamento e climatizzazione. Sono ammesse spese di ristrutturazione ordinaria e straordinaria

c) le spese di progettazione possono essere pari al 10% e comunque non superiori a €.2.000,00 escluse tasse imposte ed oneri accessori

d) sono ammesse solo le spese relative al compenso del notaio

e) sono ammesse fino al limite massimo di €.10.000,00 e sono escluse spese di immatricolazione e messa su strada

h) sono ammesse fino ad un limite massimo di €.3.000,00. Per ogni consulenza deve essere stipulato apposito contratto scritto nella forma semplice di scrittura privata. Non sono ammesse le consulenze ordinarie e ricorrenti (fiscale ecc)

k) sono ammesse anche le spese per la realizzazione di siti web/e-commerce, pagine sui social, posizionamenti ed adesioni a market place

l) spese per consulenze specialistiche per un importo massimo di €.1.000,00


CONTRIBUTO

Alle imprese può essere riconosciuto un contributo di importo non superiore a 25.000,00 euro per ciascun soggetto beneficiario e nel limite delle risorse finanziarie disponibili. I contributi sono concessi nella misura massima del 60% del totale delle spese ammissibili.

Per i progetti presentati dai soggetti rientranti nella fattispecie nuovo artigiano digitale il contributo è concesso nella misura del 80% e fino ad un massimo di €.35.000,00 La spesa minima del progetto deve ammontare a €.10.000,00.

I termini di validità della spesa decorrono dal 01.07.2019.


SCADENZA

Le domande dovranno essere presentate entro il 31 luglio 2020.


Hai bisogno di una consulenza per la tua azienda?

Contattaci per fissare un appuntamento